Scopri quali sono i vantaggi di un sistema di rilevazione presenze nelle aziende sanitarie.

Le aziende sanitarie locali sono quotidianamente soggette ad accuse d’inefficienza, spreco e assenteismo da parte dei cittadini e della stampa nazionale e locale; spesso la questione viene ingigantita e certamente buona parte dei problemi che vengono attribuiti alle ASL sono frutto di scelte economiche a livello nazionale che vanno a pregiudicare il corretto funzionamento del servizio sanitario; inoltre bisogna precisare che l’erogazione di questo servizio incontra sempre difficoltà a livello pratico che sono intrinseche dell’attività sanitaria e quindi di difficile (se non impossibile) soluzione nel breve periodo.

Sebbene in molte strutture sia ormai avvenuto un aggiornamento degli strumenti di gestione del servizio, in molte realtà questo cambiamento tarda a essere messo in pratica, complice la scarsa cultura tecnologica del personale e la mancata implementazione di strumenti adeguati da parte della direzione; quando si tratta di erogare un servizio di questa complessità, dove lo scopo ultimo è la preservazione della salute del cittadino, l’utilizzo delle tecnologie più moderne è obbligatorio e ciò ne garantisce una qualità più elevata e facilmente percepibile dal cittadino.

In particolare qui ci concentreremo sull’utilizzo di un sistema di rilevazione presenze e sugli effetti benefici che può portare alle strutture che decidano di utilizzarlo per i propri dipendenti.

 

Tutela del lavoratore

In una struttura ospedaliera, o comunque dove si effettuino attività collegate al servizio sanitario, vi opera personale con diverse specializzazioni e in numero variabile a seconda delle attività svolte: troviamo medici, infermieri, operatori sanitari, personale amministrativo, di servizio, ecc…; data la peculiarità delle ASL, ossia il loro operare al fine di tutelare la salute pubblica, possono realizzarsi determinate situazioni in cui l’orario lavorativo previsto dal contratto deve essere subordinato alle esigenze dei pazienti e della struttura se si presentino emergenze o situazioni di grave difficoltà (epidemie, calamità naturali, ecc…).

Queste circostanze spesso portano il personale dell’ASL a estendere il proprio orario lavorativo ben oltre quanto previsto dal loro contratto e ciò porta due necessità fondamentali per il corretto riconoscimento degli sforzi sostenuti; da un lato abbiamo la necessità di corrispondere il giusto compenso per le ore extra di attività prestate dal lavoratore, dall’altro l’esigenza di assicurare ai pazienti e alla struttura che nessun dipendente potrà eccedere un determinato monte ore, al fine di tutelare l’ASL da eventuali errori disservizi dalla stanchezza eccessiva del personale.

Un sistema di rilevazione presenze nelle ASL può ridurre al minimo questi rischi, infatti, tenendo traccia dell’orario lavorativo dei singoli dipendenti e permettendo una corretta gestione dei turni, è possibile mantenere sotto controllo il monte ore raggiunto da ogni dipendente e garantire la continuità dell’attività lavorativa nel rispetto degli orari e dei diritti dei dipendenti.

 

Tutela dell’azienda

Come in ogni contesto umano, anche nelle ASL possono verificarsi delle situazioni spiacevoli come soggetti che, dolosamente, decidono di assentarsi dal lavoro senza valida giustificazione oppure incidenti che coinvolgono il personale o altre situazioni dove è necessario ricostruire i fatti e le responsabilità del caso.

Trattandosi di strutture dove si prestano cure o si effettuano esami medici, l’importanza della trasparenza e della massima collaborazione tra le ASL e gli organismi di controllo che vigilano su loro operato è quanto mai importante; disporre immediatamente dei dati riguardanti i soggetti coinvolti e i rispettivi orari è possibile ricostruire i fatti con rapidità e sicurezza, garantendo una risposta efficace alle problematiche che potrebbero sorgere.

Un buon software di rilevazione presenze permette di visionare i dati relativi al personale attivo in un dato momento e, grazie alla tecnologia Cloud, da qualunque dispositivo con accesso a internet; in questo modo sarà semplicissimo individuare i soggetti interessati e tutelare l’azienda e il servizio sanitario in generale dagli effetti negativi di disservizi, casi di assenteismo, ecc, evitando incertezze e lunghe consultazioni di tabellari cartacei o d’interminabili fogli Excel.

 

Peoplelink ha sviluppato People@Time con un’attenzione particolare all’importanza della rapidità di accesso e sicurezza dei database, massima semplicità di utilizzo grazie ad un funzionale ma accattivante design, condivisione totale ed accesso 24h su 24h utilizzando la tecnologia Cloud.

Rilevazione presenze nelle ASL: come può un software aiutare? ultima modifica: 2018-06-05T10:50:09+00:00 da Peoplelink Team